caabo polonio
America Latina

Cabo Polonio: viaggio nel tempo tra i confini dell’Uruguay

Ci sono alcuni luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, dove ad essere protagonista è ancora la natura selvaggia che si mostra con tutta la sua forza e il suo splendore. Cabo Polonio in Uruguay è uno di questi.
Un luogo ameno, una destinazione insolita, ben lontana dal glamour e dalla movida delle famose spiagge di Punta del Este. Una riserva naturale che forma parte del Parco Nazionale di Cabo Polonio. Un’area protetta del patrimonio naturalistico dell’Uruguay che conserva ancora oggi intatta tutta la sua bellezza ed autenticità.

Non ci sono strade, ma solo dune sabbiose irregolari. Un centinaio di abitanti e poche casette prive di rete elettrica ed idrica pubblica. Gli abitanti del luogo si muovono ancora seguendo la luce del sole e della luna. Non ci sono auto, non ci sono supermercati, la mano dell’uomo è quasi invisibile. C’è solo la natura, allo stato più puro. Un angolo remoto della terra dove il ritmo scorre lento.

Insomma, più che una destinazione da visitare, Cabo Polonio è un’esperienza da vivere!

Guarda il video qui sotto e continua a leggere questo articolo per scoprire di più su questo luogo magico. Ti spiegherò come arrivare, cosa vedere e cosa fare in questo piccolo angolo di paradiso.

Cabo Polonio, tra storia e leggenda

Ci sono varie leggende risalenti al XVIII secolo che parlano di questo luogo come una terra misteriosa ed impenetrabile. La sua conformazione geografica infatti, rendeva l’accesso ai navigatori molto difficile e pericoloso, trattandosi di un promontorio nascosto tra le acque agitate dell’oceano Atlantico.

Secondo una leggenda, la scoperta di questa terra si deve a un naufragio avvenuto nel 1753 da parte dell’esploratore spagnolo Joseph Polloni. Da qui deriva dunque il nome Cabo Polonio
.

La storia della formazione di questo villaggio però è ben più recente. Negli anni ’60 alcuni giovani appassionati della natura iniziarono a stanziarsi vicino alle spiagge del Cabo. Fu in questo momento che vennero costruite piccole comunità autonome, la cui vita era basata sulla pesca e sull’artigianato.

Con il passare del tempo Cabo Polonio ha iniziato ad attirare più gente, fino a convertirsi in un luogo di interesse turistico. Negli anni, infatti, sono stati costruiti alcuni bar, ristoranti e persino delle “posadas” per ospitare i turisti. Nonostante oggi la mano dell’uomo inizia a farsi sentire, si respira comunque un’atmosfera surreale, soprattutto quando scende la sera e l’oscurità prende il sopravvento.

Come arrivare a Cabo Polonio

Essendo una riserva naturale protetta, l’accesso alle auto non è consentito. L’unico veicolo a cui è permesso entrare è un grande camion aperto di due piani stile safari.

Per raggiungere l’area si parte dalla “Puerta del Polonio”, situata sulla “Ruta 10” al km 264,5. Questo è l’ultimo tratto percorribile con la propria macchina e al suo interno c’è un grande parcheggio a pagamento dove poterla stazionare. Superato il parcheggio, all’ingresso troverai un bar e una biglietteria dove acquistare l’ingresso al Cabo e i biglietti per il camion. Ecco dove trovare tutte le informazioni aggiornate su prezzi e orari.

Una volta salto a bordo, preparati a vivere un entusiasmante e movimentato tour panoramico di circa mezz’ora tra le dune! Spero tu non soffra di mal di stomaco!

In alternativa puoi percorrere i 7 km di dune a piedi o a cavallo, partendo da Barra de Valizas, la località balnearia più vicina. Allora cosa scegli?

cabo polonio come arrivare
Si può accedere a Cabo Polonio solo con questo grande camion aperto stile safari

Cosa vedere a Cabo Polonio

Una volta scesi dal camion ed approdato terra, si avrà l’impressione di essere finiti su un’isola deserta! Ad indicare la strada da percorrere c’è un solo cartello in legno che segnala i vari punti di interesse.

Il Faro di Cabo Polonio è il simbolo principale di questa località. Ha un’altezza di circa 40 metri e dalla sua sommità è possibile godere dell’intero panorama ed avvistare gli isolotti vicini. Situato nella punta rocciosa, fa da spartiacque alle 2 spiagge sabbiose che si trovano agli opposti versanti costieri: la Playa Sur e la Playa Norte.

Per arrivare al faro si può percorrere un sentiero apposito oppure passare per il centro. Il centro è una strada piccola e graziosa seminata di baretti, piccoli ristoranti e vari chioschi di artigianato locale.

Cabo Polonio cammino al faro
Cammino al Faro

Passando per la costa rocciosa non potrai fare a meno di notare la presenza di lupi di mare. Cabo Polonio infatti ospita una vera e propria colonia di lupi marini, che si lasciano ammirare anche da vicino in tutto il loro splendore!

cabo polonio lupi marini
La Colonia di Lupi Marini

Infine, assolutamente da non perdere, è la zona delle Dunas mobiles, un’enorme distesa di dune che unisce Cabo Polonio a Barra de Valizas. Per darti un’idea più precisa di cosa ti aspetta ti lascio qui la mappa di Cabo Polonio.

cabo polonio dunas
Las Dunas Mobiles

Cosa fare a Cabo Polonio

Più che un luogo da visitare, Cabo Polonio è un’esperienza da vivere. È una destinazione perfetta se desideri regalarti un momento di pausa, di assoluto silenzio, allontanarti dal caos della città e ricongiungerti con il lato più primordiale di te stesso. Non aspettarti, quindi, grandi comodità o vita notturna, ma preparati a trascorrere del tempo in completo contatto con la natura.

Nonostante ciò, le cose da fare in questo piccolo paradiso non mancano. Potrai andare in spiaggia e fare il bagno nelle acque dell’oceano, visitare il faro e goderti il panorama dall’alto, assaggiare il pescato locale in uno dei ristorantini del centro, acquistare oggetti di artigianato, passeggiare tra i campi, scendere dalle dune praticando sandboard, ammirare i leoni marini da vicino e persino fare surf!

Durante l’alta stagione, infatti, ci sono scuole di surf dove è possibile prendere lezioni o semplicemente noleggiare l’attrezzatura. Per una vista a 360° della zona puoi percorrere le dune fino a raggiungere il Cerro Buena Vista.

Dormire a Cabo Polonio

Sebbene Cabo Polonio sia piccola ed è possibile visitarla in una giornata, rimanerci alla notte è un’esperienza magica da ricordare per tutta la vita!! Dopotutto non capita tutti i giorni di trascorrere una serata con altri viaggiatori, cantando attorno al fuoco nella completa oscurità.

Notte a Cabo Polonio, intorno al fuoco sulle note di una chitarra

Dopo il tramonto, infatti, a causa dell’assenza di elettricità, arriva il buio più assoluto. Ad illuminare questo luogo è il pallore della luna, la luce del faro in lontananza, il tremolio delle candele, lo scintillio delle stelle. Il rumore della natura si fa ancora più intenso e si può rimanere ad ascoltare lo scrosciare delle onde, il canto dei lupi marini, il suono degli uccelli. Tutto contribuisce a rendere l’atmosfera ancora più magica e surreale.

Gli alloggi sono semplici e spartani e per disporre di una quantità limitata di corrente ed acqua si utilizzano mezzi alternativi a basso impatto ambientale. In genere, le case sono dotate di raccoglitori di acqua piovana e di gruppi elettrogeni che sfruttano l’energia del vento e del sole.

Se hai bisogno di un consiglio su dove dormire la Posada Mariemar offre un ottimo rapporto qualità/prezzo. La struttura ha un generatore proprio, camere con bagno privato, acqua calda e un ristorante, ma come tutti gli alloggi del posto non ha la TV. D’altronde perché guardare la televisione quando si hai la fortuna di poter guardare la natura?

Informazioni utili

Se stai pensando di imbarcarti in questa avventura ci sono alcune cose che devi tenere a mente prima di partire. Ecco una lista con i miei 5 consigli utili per trascorrere del tempo al Cabo in piena serenità.

  • Porta con te una buona quantità di contanti. In tutto il paese infatti non ci sono ATM e la maggior parte delle strutture non ha ancora il POS.
  • Se stai pensando di rimanere la notte occorre organizzarsi con tempo. Le strutture ricettive infatti sono poche e piccole e le camere a disposizione non sono molte, specialmente se cerchi una soluzione privata.
  • Viaggia leggero! Tieni in conto che puoi spostarti solo a piedi e non ci sono vere e proprie strade ma solo sentieri tra campi e dune. La valigia con le ruote quindi è meglio lasciarla a casa! Uno zainetto è più che sufficiente per trascorrere qualche giorno in questo angolo di paradiso.
  • Porta da casa tutto quello che ti occorre. Ricorda che non ci sono supermercati per cui anche la cosa più semplice qui potrebbe essere difficile da reperire.
  • Il periodo migliore per andare a Cabo Polonio è quello estivo, che in Uruguay corrisponde ai mesi tra fine Dicembre a Marzo. Attenzione ad andare in bassa stagione perché la maggior parte dei bar e ristoranti (che già sono pochi) potrebbero essere chiusi. Ma se vuoi vivere un’esperienza ancora più estrema allora hai trovato quello che fa per te!

Conclusioni

Cabo Polonio è una destinazione perfetta per gli amanti dell’avventura, della natura e per tutti coloro che desiderano disconnettersi dalla vita reale e provare un’esperienza insolita. Se questa descrizione ti rispecchia allora preparati a viaggiare indietro nel tempo fino a raggiungere questo piccolo angolo di paradiso!

cabo polonio uruguay

With Love,
Chiara DeG

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici!

Post che ti potrebbero piacere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.