trekking liguria sentieri
Italia

6 Sentieri di Trekking da non perdere in Liguria

Caro viaggiatore, oggi voglio portarti in Liguria, una regione meravigliosa in cui ho avuto il piacere di vivere per 4 anni! La Liguria è una sottile striscia di terra contesa tra mari e monti, meta perfetta non solo per le sue rinomate località balneari, ma anche per i numerosi sentieri di trekking che si snodano all’interno di aree naturali protette. Una regione quindi che permette di essere visitata in ogni stagione dell’anno e adatta ad ogni tipologia di viaggiatore!

In questo articolo ti parlerò della parte più selvaggia della Liguria, facendoti scoprire i più bei sentieri di trekking da percorrere. Sia che tu sia un escursionista esperto, che alle prime armi, sono sicura che troverai il percorso più giusto per te tra quelli inseriti nella lista dei miei preferiti!

Allora cosa aspetti? Leggi l’articolo e scopri quali sono i 6 sentieri di trekking più belli della Liguria.

Top 6 Sentieri di Trekking in Liguria

Portofino – San Fruttuoso 

sentieri trekking liguria

San Fruttuoso è una piccola baia nascosta in cui si trova un’Abbazia millenaria ed una statua sottomarina del Cristo degli Abissi. A rendere ancora più speciale questa località è il fatto che la baia può essere raggiunta solo a piedi oppure via mare!

Il trekking che conduce a San Fruttuoso è sicuramente tra gli itinerari più belli e scenici della Liguria. Ci troviamo all’interno del Parco Naturale Regionale di Portofino, un’area protetta in cui si snoda un sistema complesso di sentieri per ben 80 km! Insomma, un vero e proprio paradiso per gli amanti del trekking!  

L’escursione inizia da Portofino, da Via del Fondaco, la stradina che prosegue verso il monte appena dopo la stazione dei Carabinieri. La prima parte è in salita ed è composta da una serie di gradoni piuttosto ripidi, dopodiché ci si addentra all’interno del Parco, nel cuore della macchia mediterranea, e pian piano si ricomincia a scendere fino a tornare sul livello del mare. Dopo circa 2 ore e mezza di cammino nel bosco, scorgere da lontano la Baia incastonata come un diamante tra mare e monti è una vera emozione!

Questa escursione può essere fatta tutto l’anno ma il periodo migliore è durante i mesi caldi di bassa stagione, così da poter approfittare di fare il bagno nelle acque cristalline di San Fruttuoso. Sconsiglio invece di andarci nei mesi di luglio/agosto visto che la Baia è veramente molto piccola e sempre sovraffollata.

Il Sentiero in breve

  • Partenza: Portofino, Via del Fondaco 
  • Durata: circa 2 ore e mezza a tratta
  • Difficoltà: media 
  • Ritorno: puoi percorrere la strada del ritorno a piedi a ritroso a oppure prendere il battello
  • Periodo consigliato: mesi caldi di bassa stagione

Monterosso – Vernazza (5 Terre)

sentieri trekking liguria

Le 5 terre sono la destinazione più gettonata della Liguria ed il miglior modo per esplorarle è sicuramente a piedi, percorrendo i suoi famosi sentieri di trekking. Purtroppo da vari anni ormai, a seguito di una frana, alcuni percorsi sono stati chiusi, tra cui la famosa Via dell’Amore. Al momento restano aperti i sentieri che collegano Monterosso a Vernazza e Vernazza a Corniglia. Per info aggiornate su eventuali aperture/chiusure rimando al sito ufficiale delle 5 terre.

Personalmente consiglio di iniziare la visita da Monterosso, il primo paesino se vieni dal Levante, percorrendo a piedi la tratta Monterosso – Vernazza. Partendo da lì la mattina presto riuscirai ad ottimizzare al massimo la giornata (e le tue energie!) e dopo il trekking potrai dedicarti alla visita degli altri paesini seguendo il loro ordine. Se sei di livello esperto potrai addirittura proseguire il percorso a piedi fino a Corniglia.

Il sentiero Monterosso – Vernazza è un percorso estremamente panoramico che ti farà immergere nella rigogliosa natura del Parco Nazionale delle 5 terre, fino ad ammirare il grazioso borgo di Vernazza dall’alto, con le sue caratteristiche casine colorate ed arroccate. Il primo tratto è molto faticoso perché costituito da una lunga e ripida scalinata in salita, dopodiché inizia un tratto più pianeggiante dove passerai tra giardini terrazzati, vigneti ed uliveti, prima di intraprendere la discesa che porterà a Vernazza. 

La stagione migliore per fare trekking alle 5 Terre è l’autunno o la primavera, periodo in cui le temperature non sono troppo calde e l’afflusso di turisti è minore. Sono assolutamente sconsigliati i mesi estivi, in cui questa zona è presa maggiormente d’assalto! Consiglio in ogni caso di iniziare l’escursione la mattina molto presto, soprattutto se intendi visitare tutti i paesini in un’unica giornata.

Il Sentiero in breve

  • Partenza: Monterosso 
  • Durata: circa 2 ore
  • Difficoltà: media 
  • Ritorno: in treno (da tutti i paesini), battello (da tutti i paesini tranne Corniglia) o a piedi (solo da Vernazza o Corniglia)
  • Ticket: per il percorso di trekking è necessario acquistare un ticket singolo oppure comprare la 5 terre card, una carta dei servizi che ti permetterà di muoverti all’interno del Parco liberamente a piedi o in treno.
  • Periodo consigliato: autunno o primavera

Punta Manara (Sestri Levante)

Punta Manara rappresenta la vera e propria punta del promontorio che si erge sopra Sestri Levante. La strada che conduce ad essa è costituita da un breve itinerario di trekking poco conosciuto, ma estremamente panoramico!

Si parte dal centro storico di Sestri Levante. Lungo il Corso si trova uno stretto vicoletto (Vico del Bottone) su cui sono riportate le indicazioni per Punta Manara. Il tratto più impegnativo è proprio quello iniziale, visto i numerosi scalini in salita da percorrere prima di addentrarsi nel promontorio, mentre una volta iniziato il sentiero nel bosco il percorso è piuttosto agevole. Dopo poco il paesaggio si apre all’incantevole vista della Baia del silenzio e della penisola di Sestri. L’ultimo tratto è di nuovo molto ripido, ma una volta arrivato in cima capirai che ne sarà valsa la pena! Da lassù potrai vedere tutta la costa del Levante dall’alto, da Portofino fino a Riva Trigoso. Per quanto mi riguarda la sensazione che ho avuto è quella di sentirmi al centro del mondo, sospesa tra cielo e terra!  

Questo percorso non è molto impegnativo ed è adatto anche ad i meno esperti. Dato il breve tempo di percorrenza si può percorrere ad ogni ora della giornata e in ogni stagione dell’anno, ma personalmente sconsiglio d’estate quando il caldo è troppo afoso.

Il Sentiero in breve

  • Partenza: Sestri Levante, Vico del Bottone 
  • Durata: circa 1 ora a tratta
  • Difficoltà: facile 
  • Ritorno: a piedi 
  • Periodo consigliato: tutto l’anno, tranne d’estate

Punta Chiappa (Camogli)

sentieri trekking liguria

Punta Chiappa è uno dei miei posti preferiti di tutta la Liguria! Si tratta di una sottile lingua di roccia che si erge dalle acque turchesi del Golfo Paradiso, un luogo veramente magico!

Per raggiungere Punta Chiappa hai due possibilità: percorrere il percorso intero, di circa 2 ore, partendo da Camogli, oppure fare solo l’ultimo pezzo partendo da San Rocco, della durata di circa 30 minuti.

Per l’itinerario completo il punto di partenza si trova a Camogli, di fianco alla stazione dei Carabinieri, seguendo la piccola stradina verso il promontorio che costeggia il torrente. Il tratto fino a San Rocco è tutto in salita, ed è composto per lo più da scalini che attraversano il monte passando tra alcune villette arroccate in pietra ed una vegetazione fitta e rigogliosa. Finito questo pezzo, si arriva in uno spiazzale dove si trova la Chiesa di San Rocco. Da questo punto potrai godere della miglior vista sul meraviglioso borgo di Camogli, prima di riprendere il sentiero in discesa che ti condurrà alla punta. Se preferisci il cammino semplificato potrai partire direttamente da San Rocco, e percorrere quindi solo il tratto finale che è anche il più panoramico!

Questa escursione può essere fatta in ogni stagione ed è adatta a tutti, grazie alla doppia possibilità di scelta tra il cammino completo o quello facilitato. Il momento migliore per percorrere la strada del ritorno è al pomeriggio, poco prima del tramonto, per assistere allo spettacolo del sole che tramonta sul mare. Per rendere questo momento ancora più magico consiglio una fermata per un aperitivo al bar ai Muagetti, che si trova sulla via del ritorno e offre una vista del golfo davvero impagabile. Ricordati però di prenotare il tavolo in anticipo!

Il Sentiero in breve

OPZIONE 1:
  • Partenza: Camogli, stazione dei Carabinieri 
  • Durata: circa 2 ore a tratta
  • Difficoltà: media 
  • Ritorno: a piedi o battello 
OPZIONE 2:
  • Partenza: San Rocco, Piazzale della Chiesa 
  • Durata: circa 30 minuti a tratta 
  • Difficoltà: facile 
  • Ritorno: a piedi 

Montallegro (Rapallo)

trekking sentieri liguria

Il Sentiero di Montallegro è un percorso di interesse religioso-storico-naturalistico che conduce fino al Santuario di Montallegro, a circa 600 metri sul livello del mare.

Si parte dal centro di Rapallo, dalla Chiesa di San Francesco, salendo i gradini che si trovano alla sua sinistra. Il primo tratto è costituito da un piccolo pezzo di strada carrabile, per poi proseguire lungo la strada dell’Antica Mulattiera, interamente tra i boschi. Una volta arrivato in cima potrai visitare il Santuario e, dal piazzale antistante, potrai ammirare la straordinaria vista sul Golfo del Tigullio, da Rapallo, Santa Margherita, fino al promontorio di Portofino

Il percorso non è particolarmente lungo ma è piuttosto impegnativo a causa della forte pendenza e della superficie scoscesa. Al ritorno potrai scegliere se percorrere il percorso a ritroso oppure prendere la funivia che ti riporterà a destinazione in circa 5 minuti. I mesi più adatti per questa escursione sono quelli primaverili o autunnali.

Il Sentiero in breve

  • Partenza: Rapallo, Chiesa di San Francesco
  • Durata: circa 1 ora e un quarto a tratta
  • Difficoltà: media 
  • Ritorno: a piedi o in funivia
  • Periodo consigliato: autunno o primavera

Santa Croce (Pieve Ligure)

Il sentiero di Santa Croce è un percorso ad anello che parte dal borgo di Pieve Alta per arrivare in cima al Monte Santa Croce, situato a 518 metri sul livello del mare, dove si trova un piccolo santuario. È un percorso poco battuto ma estremamente panoramico!

Il punto di partenza è la Piazza San Michele, a Pieve Alta. Si prende la scalinata in salita nel vicoletto di via XI Febbraio fino ad arrivare in un breve tratto di strada carrabile, che porterà all’inizio del sentiero vero e proprio. Proseguendo lungo la mulattiera ti immergerai nel cuore della macchia mediterranea, tra alberi di ulive, pini e scorci sul mare. Dalla cima si può godere una vista meravigliosa sul Golfo di Genova e addirittura nelle giornate più limpide si può arrivare a vedere anche la Corsica!

Questo percorso è molto indicato come meta di pellegrinaggio religioso in quanto lungo il cammino si trovano le varie edicole votive della Via Crucis che conducono alla Chiesa di Santa Croce. Il periodo migliore per percorrere questo sentiero è la primavera o l’autunno.

Il Sentiero in breve

  • Partenza: Pieve Alta, Piazza San Michele
  • Durata: circa 3 ore e mezzo in totale
  • Difficoltà: facile 
  • Ritorno: a piedi (percorso ad anello) 
  • Periodo consigliato: autunno o primavera

Conclusioni

Se sei arrivato fin qui ti ringrazio innanzitutto per il tuo tempo!
Dopo aver letto quest’articolo avrai senz’altro imparato che la Liguria, oltre alle sue spiagge dalle acque cristalline ed i suoi affascinanti borghi colorati, offre innumerevoli sentieri naturalistici, ideali per gli amanti del trekking e della natura.

Ora non ti resta che scoprirli tutti lentamente, uno ad uno. Non vedo l’ora di sapere quale sarà il tuo preferito!

With Love,
Chiara DeG

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici!

Post che ti potrebbero piacere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *