risparmiare in viaggio
Pillole di Viaggio

Viaggio fai da te: ti svelo i miei segreti per girare il mondo e risparmiare in viaggio!

Viaggiatori si nasce e si diventa!

Mi è sempre piaciuto viaggiare.

Quando ero piccola ho visitato gran parte dell’Italia viaggiando a bordo di un Volkswagen Caravelle da 8 posti, l’unica adatta ad ospitare la mia numerosa famiglia composta da ben 6 figli!

A partire dai 9 anni ho iniziato a fare piccoli viaggi da sola, grazie a dei gruppi di vacanze studio, prima in Italia e poi all’estero, in Inghilterra, Francia e Spagna.

Durante gli anni universitari ho fatto di tutto per accedere ad attività di Placement all’estero, trascorrendo così l’ultimo semestre di studio alle Isole Canarie ed i mesi estivi alle Isole Baleari. Ma più posti conoscevo, più desideravo conoscerne e guardavo con aria sognante quelle foto di luoghi esotici e meravigliosi invidiando coloro che potevano permettersi un viaggio oltreoceano.

Perché all’epoca pensavo di non potermelo permettere. Ho aspettato con ansia il primo stipendio per realizzare il mio primo progetto di viaggio internazionale, da sola! Ed è lì che ho conosciuto l’amore della mia vita (se sei curioso ecco dove puoi trovare la nostra storia).

Da quel momento in poi, in soli 4 anni e mezzo, ho conosciuto ben 9 nuovi Paesi in 2 diversi continenti! Argentina, Brasile, Messico, Uruguay, Thailandia, Indonesia, Singapore, Birmania e Vietnam.
Un vero record per me!

Come ci sono riuscita?

Minima spesa e massima resa, queste sono le parole chiave!

In questo articolo ti svelerò tutte le mie piccole strategie che utilizzo per organizzare un viaggio internazionale con l’ottica di risparmiare sul superfluo per re-investire in nuovi viaggi!

Ecco i miei consigli su come risparmiare in viaggio

1 – Programma tutto con tempo, ma non troppo!

I voli più economici nel caso di una tratta internazionale si riescono a trovare solitamente con 3/4 mesi di anticipo. Per l’alloggio invece non c’è bisogno di muoversi molto tempo prima, ma se preferisci prenotarlo subito ti consiglio di usare motori di ricerca hotel come Booking.com o Expedia che offrono la possibilità di selezionare le strutture con cancellazione gratuita. In questo modo potrai controllare nel tempo se ci sono variazioni di tariffe o soluzioni che si adattano meglio alle tue esigenze.

2 – Seleziona con cura il periodo

Un elemento cruciale nell’acquisto del volo è la scelta del periodo. Se viaggi in bassa stagione troverai prezzi molto più abbordabili ed avrai il doppio vantaggio di risparmiare sul budget del viaggio e trovare i luoghi meno affollati. I miei mesi preferiti sono tra novembre e febbraio. Cosa c’è di meglio se non fuggire dall’inverno per tuffarsi nell’estate dall’altra parte del mondo?

3 – Attenzione alla data!

Solitamente un volo nei giorni infrasettimanali è più economico rispetto ai weekend o alle giornate in prossimità delle festività, ma attenzione! Se si sceglie di volare proprio in un giorno festivo il prezzo del biglietto potrebbe ridurre notevolmente! Sembrerà strano ma, se ci pensi, nessuno vuole trascorrere una giornata importante in volo. Un esempio? Una volta sono partita proprio il giorno di Capodanno, risparmiando la metà rispetto al prezzo del volo della stessa tratta nei giorni precedenti!

4 – Via libera ai motori di ricerca

Utilizzare un motore di ricerca voli ti farà risparmiare tempo e denaro per il tuo viaggio. Personalmente Skyscanner è il mio preferito. In pochi click permette di trovare i giorni con le migliori offerte disponibili andando su “ricerca mese” o “mese più conveniente”. Addirittura, se non hai limiti di destinazioni, tramite il filtro “ovunque” potrai vedere su quali paesi ci sono i voli più economici ed iniziare a costruire il tuo viaggio a partire da questo.

5 – Cerca di effettuare un’unica transazione

Comprare insieme andata e ritorno risulta sempre più vantaggioso rispetto ad acquistare le tratte separate. Usando dei motori di ricerca voli come Skyscanner potrai selezionare anche la spunta “destinazioni multiple” effettuando quindi un’unica transazione anche se viaggi in più paesi.

6 – Parti da un Aeroporto strategico

Ovunque tu abiti in Italia, se vuoi davvero risparmiare sul costo del viaggio, il mio consiglio è di selezionare sempre Aeroporti di partenza strategici, come quelli di Roma o Milano che presentano più opzioni di voli e maggiori varietà di orari. La stessa cosa è valida anche per la destinazione d’arrivo. Personalmente, cerco sempre di iniziare e terminare i miei viaggi da una capitale (o comunque una città cardine) programmando solo in un secondo momento gli spostamenti interni nei posti che mi interessa visitare. Considera che in molti Paesi, soprattutto quelli asiatici, i voli interni sono molto economici e spesso ci sono anche soluzioni di trasporto alternative come treni o bus a prezzi incredibilmente bassi!

7 – Viaggia leggero!

A prescindere dal risparmio, questa dovrebbe essere la regola numero 1 di ogni viaggiatore! Nel caso in cui il tuo viaggio includa vari collegamenti aeroportuali, portare a bordo solo un piccolo trolley ti farà risparmiare parecchi soldi e anche parecchia fatica! La maggior parte delle Compagnie di voli domestici, infatti, include nel prezzo della tariffa solo il bagaglio a mano. Se non riesci a farci stare tutto dentro ma viaggi in coppia, ti basterà portare una sola valigia grande da imbarcare più i 2 bagagli a mano. Nel nostro ultimo viaggio abbiamo preso ben 9 voli interni e quindi puoi capire come questa banalità per noi abbia fatto la differenza!

8 – Occhio alla destinazione!

Questo aspetto è il più importante da tenere in considerazione, perché è quello che incide maggiormente sul budget della vacanza, soprattutto se la durata è medio/lunga. Infatti non bisogna tener conto solo del costo del volo, ma anche di quello che andrai a spendere nel Paese che intendi visitare. Per avere un’idea sul costo di una destinazione basta dare un’occhiata ai prezzi medi degli alloggi tramite i motori di ricerca hotel. Per intenderci, ho trascorso un mese intero in Messico spendendo per l’alloggio meno di quando non spendessi per l’affitto in Italia, così come 3 giorni a Singapore mi sono costati di gran lunga di più di 2 settimane in Thailandia! Incredibile vero? Ci sono Paesi estremamente belli ed esotici dove il costo della vita è bassissimo. Il mio consiglio è di puntare su quelli!

9 – Prenota la struttura giusta

Se il tuo obiettivo è viaggiare tanto, dimentica la vacanza nel Resort 5 stelle! Ma questo non significa optare per alloggi all’estremo opposto come couchsurfing oppure ostelli con camere condivise. Non perché ci veda nulla di male, ma semplicemente non rientra nella mia idea di vacanza. Credo che quando si è in un Paese straniero, la salvaguardia della privacy e della sicurezza sia prioritaria. Quindi se hai già provato questo tipo di esperienza e non ti è dispiaciuto, bene. Altrimenti, come sempre, la virtù è nel mezzo! Per quanto mi riguarda, ho sempre trovato un buon compromesso selezionando B&B, Guest House ed Hotel tramite Booking.com o Expedia. o Airbnb. Saper utilizzare i filtri nel modo giusto è la chiave per trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Ci sono strutture con un ottimo rapporto qualità/prezzo, basta cercare bene e soprattutto leggere le recensioni per evitare brutte sorprese! Un’altra applicazione che uso spesso, soprattutto se ho bisogno di prenotare una casa intera è Airbnb. A proposito, cliccando questo link otterrai fino a 50 euro di sconto per la tua prossima prenotazione!

10 – Elimina i costi d’intermediazione

Extra tip per i più avventurosi: puoi selezionare una struttura che ti interessa tramite i motori di ricerca (verificando che abbia diverse tipologie di camere ancora disponibili) e andarci direttamente di persona. Bypassando l’intermediario potrebbero applicarti uno sconto sulla tariffa oppure offrirti allo stesso prezzo una tipologia di camera migliore. Niente male no?

11 – Punta su escursioni fai da te

Diffida dalle escursioni di gruppo già strutturate proposte dalla Agenzie di Viaggio o dalle strutture dove alloggiate. Ricorda che quando c’è un intermediario c’è sempre una commissione da pagare. Tra l’altro, nella maggior parte dei casi, si tratta di posti che puoi benissimo visitare da soli. Altrimenti, che gusto c’è?

12 – Prediligi mezzi di trasporto locali

Evita di prenotare un’auto dall’Italia con le note Compagnie di autonoleggio internazionali. È molto più conveniente valutare direttamente sul posto quali sono le opzioni migliori di trasporto. In Asia, ad esempio, noleggiare uno scooter costa pochi Euro al giorno e per spostarsi all’interno del Paese ci sono bus a prezzi veramente economici.

13 – Usa la tecnologia a tuo vantaggio

Se viaggi in Asia, l’App mobile di Grab ti salverà la vita, soprattutto per muoverti all’interno delle grandi città dove guidare uno scooter può diventare alquanto pericoloso! Funziona come Uber, ma molto, molto più economica. Se fai amicizia con un guidatore, potresti anche contrattare direttamente un prezzo fisso per farti accompagnare dove vuoi per un’intera giornata.

14 – Scegli bene dove cambiare valuta

Cash, cash, cash. È utilissimo partire dall’Italia con una buona quantità di Euro in tasca perché il cambio valuta all’estero ti frutterà tantissimo. Mi raccomando a non cambiare mai negli aeroporti, soprattutto in Italia, perché hanno costi di commissione altissimi e tassi sfavorevoli. Se proprio non te la senti di arrivare in un Paese straniero senza la moneta locale allora ti consiglio di cambiare i sindacali 50 Euro. Appena giunti a destinazione, basterà fare un giro in centro per cercare l’opzione più favorevole. Di solito più la quantità aumenta più il tasso è vantaggioso.

15 – Prova i cibi locali

Lo street food è sempre la soluzione più economica e anche il modo migliore per immergersi in quella che è la vita di un luogo. Nella maggior parte dei casi i ristoranti sono posti riservati ai soli turisti dove si spende molto e si mangia male. Per come la penso io un viaggio non può definirsi concluso se non si è provata la cucina locale magari in un night market, seduti su improbabili sedioline di plastica tutte diverse l’una dall’altra e senza tavolo, provando ad iniziare una conversazione con gli abitanti del posto e condividere con loro uno straordinario momento di quotidianità.

Conosci altri trucchi su come risparmiare in viaggio? Scrivili nei commenti per contribuire anche tu a creare valore in questa community di viaggiatori!

come risparmiare in viaggio

With love,
Chiara Deg

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici!

Post che ti potrebbero piacere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.